New Dance Club

Con passione e competenza cerchiamo di avvicinare tutti al mondo della Danza e delle Discipline sportive Aeree, dando vita anche ad eventi, spettacoli, manifestazioni e workshop!

Ultimi post

Blog

Home  /  Novità   /  È morto il Maestro Claudio Meloni
Claudio Meloni

È morto il Maestro Claudio Meloni

Il ballerino, attore, coreografo, regista e performer si è spento questa notte a causa di un grave male. Ma fino alla fine non ha smesso di scherzare, dedicando a tutti noi il suo ultimo… epigramma epigrammatico!

“È arrivato il momento di salutarci… Un po’ di tempo fa, pensando alla morte avevo scritto che, da vivo, sùbito partono le pippe mentali che i romanzi di Tolkien in confronto sono cronaca rosa. Si va da ‘a chi lascerò le mie quattro cose… i miei libri… la collezione completa dei film di Edwige Fenech‘ fino alla lista degli invitati al mio funerale… Il problema è nato sul discorso da fare agli intervenuti, dal pulpito: beh, chiaramente, essendo grande zoccola di spettacolo, avrei voluto leggerlo io…”

È con queste parole che ci ha salutato, e lasciato, questa notte il Maestro Claudio Meloni. Ballerino, attore, coreografo, regista, performer, direttore esecutivo e maestro di danza classica, Claudio Meloni era rientrato in Italia dall’esilio spagnolo per un breve periodo a fine 2018, giusto in tempo per occuparsi, come coreografo associato ed organizzatore artistico, dello spettacolo romano di Capodanno inscenato da La Fura dels Baus, la famosa compagnia teatrale catalana.

Lucido ed istrionico, il Maestro Meloni, fino alla fine… “Io, mentre sono sul mio letto d’ospedale, ho grandi dubbi che mi assalgono… Ad esempio, secondo voi Topolino sono novant’anni che porta le stesse mutande?”

Ma anche profondo, sincero, affettuoso… e modesto: “Per uno come me che ha fatto teatro di rottura, ed infatti la gente che viene si rompe tanto il cazzo!, l’uscita di scena è importante. È importante perché voglio salutare i miei amici, e soprattutto il mio grande amore… voglio salutare i miei allievi ed anche quelle ‘rotture’ delle mamme delle mie allieve. Ho sempre creduto nell’onestà e m’è piaciuto insegnare, anche se io stesso per primo cercavo continuamente di imparare…”

“Spero – ha concluso la sua lettera di commiato Claudio – di lasciare a chi mi ha conosciuto, ed anche a chi non mi ha conosciuto, la voglia, la volontà e la caparbietà di cercare di fare sempre meglio, studiando e preparandosi. Ci vuole modestia per diventare bravi e ci vuole carattere per riuscire a fare. Io ora vi saluto lasciando ad ognuno di voi il ricordo di cosa abbiamo fatto insieme. E comunque io ve lo dicevo continuamente… ed adesso è troppo tardi per darmela. Ciao a tutti, Claudio Meloni”.

Ciao Claudio, da tutti noi.